fbpx

La magia delle mani che trasformano

La magia delle mani che trasformano

Nel 2014 Caterina Stillitano (http://caterinastillitano.wixsite.com),  giovane artista calabrese trasferitasi anni fa a Roma, scrive e interpreta lo spettacolo per bambini ” Le mie mani magiche“.

Nel 2016 “Le mie mani magiche” diventa un libro di cui Stillitano è autrice e illustratrice, pubblicato grazie ad un’operazione di crowdfunding, che ha avuto il grande pregio di creare intorno al libro che era in lavorazione e progettazione una piccola comunità che attendeva. Caterina ha donato a chi l’ha sostenuta e seguita dei brevissimi video e alcuni oggetti di scena.

Che il libro derivi da uno spettacolo è, per me, importante perché lo vedo inserito in un più ampio progetto sulla materia che si fa storia e narra.

Il libro e lo spettacolo raccontano la storia di Ticlina Tarilesta, che alla morte del padre, sopraffatta dal dolore, si rinchiude nella soffitta della sua casa.

Poi un giorno capita una cosa strana. Proprio  il giorno del suo compleanno le viene recapitato un pacchetto. all’interno del pacco tre scatole e una lettera.

Il pacchetto glielo aveva inviato il padre e con la lettera la invita ed usare gli oggetti che si trovavano al interno delle scatole.

Le mie mani magiche 3

Ticlina è delusa. Nelle scatole ci sono tubi e fondi di bottiglia e uno strano portapenne fatto con tubi simili e un paio di guanti.

Le mie mani magiche 1

Ticlina li indossa …

“…e fu proprio in quel momento che Ticlina si accorse di non essere sola nella piccola piccola soffitta! Insieme a lei, c’erano tanti oggetti accumulati sotto la polvere e abbandonati perché  ormai considerati vecchi e inutili …”

Ecco che tutti gli oggetti, le stoffe i bottoni i fili assumono un significato diverso e un valore diverso. Ticlina scopre che le sue mani possono fare molte cose. Possono cucite, dipingere e creare cose incredibili con materiali a cui lei non aveva mai pensato.

Le mie mani magiche 2

Ticlinia passa ore e giorni ad attorcigliare, stendere, stropicciare, sfilacciare ….

“E fu proprio in quel momento, proprio in quel momento lì, che Ticlina capì che non erano i guanti ad essere magici… i guanti le avevano semplicemente mostrato che era possibile trasformare degli oggetti inutili ed insignificanti in oggetti preziosi e unici. Non erano i guanti ad essere magici ma  erano le sue mani ad essere magiche! Le nostre mani sono magiche!!!”

La storia di Ticlina è la storia di un’eredità e di radici. Ci racconta di quanto le nostre mani siano capaci e di quanto il legame con la tradizione sia fondamentale per rinnovarla.

Caterina Stillitano ci ricorda che le nostre mani sono capaci e che in un mondo fatto di milione di proposte laboratoriali forse sarebbe meglio prendere “semplicemente” in mano la materia e “giocarci” per trasformarla.

Le mie mani magiche 4

In “Le mie mani magiche” la materia si trasforma e diventa narrante e narratrice.

Colore, consistenza, volume;  la materia, nelle mani di Ticina-Caterina, si riappropria del suo significato e del suo valore.

Caterina Stillitano, Le mie mani Magiche, Iride Kids 2016

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *