Carla

Antonio Ferrara ha la parola felice e così come,
nei suoi romanzi , riesce a raccontare con seria leggerezza la vita, qui ci racconta che cos’è la lettura e il leggere con delle riflessioni che sono gustosi assaggi.

Negli ultimi vent’anni mi sono arrovellata su cosa sia il libro, cosa voglia dire suscitare amore per la lettura e il libro e soprattutto perché.

Se vent’anni fa avevo delle certezze, oggi ho molti dubbi.

Per questo mi piace Leggero leggerò scritto Antonio Ferrara, edito da Interlinea Edizioni, perché non offre soluzioni, ma scrive, come lui stesso ha detto in un’intervista, uno pseudo saggio lasciando al lettore il compito di interpretare e usare ciò di cui parla.

E lo fa con leggerezza e levità stilando un non-manuale irriverente e quasi goliardico sulla lettura. Gioca Ferrara e mette insieme una serie di scritti che si possono leggere tutti insieme o piluccando ora qua ora la.

Bocconcini e assaggi gustosi su che cosa ci accade quando leggiamo, su dove stare come scrittori (dentro, fuori, accanto ai personaggi?) e sul dove stare quando leggiamo ad alta voce, e ancora i bambini lettori e i ragazzi, come scrivere e perché, come valutare un testo. Cita i grandi della letteratura Antonio Ferrara, ma non sale mai in cattedra. È come chiacchierare con un amico davanti a un caffè snocciolando idee, spunti e riflessioni.

Nonostante la leggerezza e la goliardia, Ferrara va in profondità; non si ha l’impressione di parole buttate lì a effetto, va a fondo l’autore. Lancia semi che restano. Le sue parole non sono mai banali; sono parole in cui sostare. Ogni parola staziona e scava intorno e nella lettura.

<<Menzogna, ironia, mediazione, silenzio, pausa>> leggo, aprendo a caso.

Insomma Leggero leggerò è una cassetta degli attrezzi da usare
aggirandosi tra le pagine e le citazioni senza una logica e senza seguire la numerazione delle stesse, per leggere ad alta voce per riflettere su che tipo di lettori siamo, che tipo di storie ci aspettiamo e che storie ci abitano e che storie proponiamo .

Anzi a pensarci bene, il modo migliore di leggere questo libro è di aprirlo a caso e gettare un dado per continuare. Forse si può leggere anche a rovescio. Provo!

Belle anche le incursioni d’immagini dello stesso autore.

Antonio Ferrara, Leggero leggerò, Interlinea Edizioni, 2021

29 Luglio 2021

Il leggero leggere di Ferrara

Antonio Ferrara ha la parola felice e così come, nei suoi romanzi , riesce a raccontare con seria leggerezza la vita, qui ci racconta che cos’è […]
28 Luglio 2021

Gemma che è rosa shocking

Leggere Giuliana Facchini è come andare sulle montagne russe, non puoi stare tranquilla a goderti il panorama che arriva una discesa vertiginosa e ti ritrovi con […]
26 Luglio 2021

Un giardino tentacolare

La natura mi affascina. Maestosa, lenta, indifferente. Perfetta nel suo essere. Per questo motivo ho sempre subito il fascino dei libri di divulgazione. Da bambina avevo […]
22 Luglio 2021

Rocco che fa l’americano

La casa editrice romana Sinnos, ha pubblicato negli anni molti bei libri illustrati con allegati CD: filastrocche antiche e moderne, canti popolari, conte; un bellissimo repertorio […]