fbpx

Quando esci a passeggiare con il cane

Quando esci a passeggiare con il cane

Passeggiata col cane (Sven Nordqvist, Camelozampa, 2020) è un libro straordinario! Ricco e immersivo come soltanto alcuni particolari albi senza parole sanno essere.

Una bambina (potrebbe essere anche un bambino!) esce a passeggiare con il cane. Saluta la nonna. Sembra dirigersi verso una stazione con un improbabile treno e un’ancora più improbabile ferrovia. Già questo ci trascina in un’atmosfera onirica.

Inizia così un viaggio fantastico in un’epoca indistinta in cui dame dagli enormi cappelli piumati e navigatori vichinghi convivono con personaggi che chattano o scattano fotografie (oltre ad animali, funghi, castelli, navi e macchine volanti).

La bambina e il cane camminano, si fermano a mangiare il gelato, attraversano fiumi. Nel seguire il suo viaggio ci troviamo immersi in mondi straordinari, pieni di personaggi surreali e situazioni paradossali messe accanto a circostanze del tutto normali o quotidiane come un piccolo bar- pasticceria in un parco che mi ricorda tanto il bar che sta al Pincio a Roma.

Ogni pagina tante piccole storie.

Sven Nordqvist ci regala un albo fantastico straripante di narrazioni e di personaggi.

Le immagini sono piene di particolari che ci costringono a guardare e riguardare e, ogni volta, notiamo che quel personaggio ha uno strano cappello o che lì c’è uno strano tipo che sale le scale con una valigia e laggiù un’anziana signora, vestita di azzurro baby (potrebbe essere la Regina Elisabetta!) si intrattiene chiacchierando con un pettirosso (o è un Colibrì?).

 Molti i rimandi a iconografie conosciute come le damine che sembrano tagliate da un libro e montate su ruote o le fontane che ricordano l’Appennino del Giambologna e le fontane barocche di Roma e le statue che si fanno beffa dei monumenti raffiguranti condottieri vanagloriosi.

Bellissimi i tanti mezzi di trasporto che non possono non far pensare al grande Richard Scarry a cui Nordqvist aggiunge, a mio parere, una nota di sarcasmo e critica alla società contemporanea.

Isole a vela, isole cappello, pittori en plein air che dipingono, come bambini, isole che sembrano uscite da un disegno di bambini, castelli fortezza, paesini arroccati e un botteghino con il tetto che sembra un cappello fatto a maglia.

Cani, gatti, gabbiani, porcospini, equilibristi e mangiafuoco, orsi, insetti, gatti-cavallo, vecchiette equilibriste, maschere della Commedia dell’arte, maschere orientali e maschere antigas , animali veri, impagliati di peluche. Un tripudio di personaggi e storie.

Un libro straordinario e pazzesco che ci proietta in mille avventure e che ci trasporta lontano, tra i pirati, i naufraghi, le dame, gli esploratori e gli scienziati pazzi. Scegliete una storia e qui la troverete!

Sven Nordqvist è un illustratore svedese noto per i personaggi di Pettson e Findus (http://pettsonochfindus.se/?lang=en ) le cui avventure sono state tradotte in tutto il mondo. Respinto da alcune scuole d’arte, si dà al’architettura, poi nel 1983 vince un concorso come illustratore e da allora lavora come autore e illustratore per bambini. Fortunatamente per noi, diversamente non avremmo avuto questo capolavoro.

Un libro da avere. Da portare in classe per immaginare storie e scriverle o raccontarle, per fare storie dell’arte, per fantasticare e anche ridacchiare, perché no.

 Sven Nordqvist, Passeggiata col cane, Camelozampa, 2020.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *