COVER

Meravigliosi animali persi, altri ritrovati.

Ho visto questo libro all’ultima Fiera di Bologna (è nelle librerie dal 14 aprile) e da allora ne voglio scrivere. Poi come sempre sono stata travolta da libri e scadenze, lavoro in libreria e nelle scuole ed eccoci a ottobre.

Estitopedia di Serenella Quarello, illustrato da Alessio Alcini e editato da Camelozampa è uno splendido bestiario poetico e realistico.

Sembra una definizione ossimorica, ma Estipoedia è così.

È indubbiamente vero che sia un albo di divulgazione che ci racconta gli animali estinti e in pericolo. Un affascinate viaggio tra animali scomparsi e quelli che potremmo salvare. Un cammino in mezzo ad animali antichi e perduti e animali che possiamo incontrare che ci porta a chiederci cosa e come agire contro il cambiamento climatico e a scoprire le meravigliose risorse della genetica.

Storie di estinti celebri come il Dodo o la colomba Martha e di estinti meno celebri. E storie di speranza. Speranza data dalla ricerca scientifica che oggi potrebbe, forse, far tornare in vita alcune specie. Ricerca che permette di salvaguardare animali in pericolo.

Tutto questo è raccontato con termini scientifici e visionarietà. Poesia e scienza vanno a braccetto, come ben sapevano i filosofi antichi; perché lo scienziato è innanzitutto un visionario che vede oltre. La parola poetica di Serenella Quarello si veste di scientificità grazie alla supervisione di Marco Ferrari, scienziato laureato in scienze biologiche.

Estitopedia è un serio libro sugli animali estinti e in estinzione che punta il dito contro il colpevole di tutto questo, cioè l’Uomo e il suo comportamento da colonizzatore; siamo noi umani che minacciamo le altre specie viventi; direttamente, con la caccia o con il traffico illegale di specie rare, oppure modificando l’habitat in cui gli animali vivono.

Le illustrazioni sono straordinarie. Hanno la bellezza, la precisione e l’anima dei vecchi bestiari e richiamano l’illustrazione naturalistica dell’ottocento inglese.

Qui Alcini  ci dona un elemento in più che ci guida e ci aiuta a capire; usa il  bianco e nero e il  seppia per gli animali ormai perduti, i  pastelli e l’acquarello per gli animali che ancora possiamo salvare.  Inoltre, in ogni immagine anche quella per noi, figli della fotografia,  più conosciuta e ovvia, Alcini riesce a infondere quello stupore e quella meraviglia, compagne della sapienza.

Un albo straordinario che è, come è stato detto, una sorta di Wunderkammer, di gabinetto delle meraviglie. Da avere e da regalare.

Estintopedia fa parte de La collana LE SINAPSI di Camelozampa che ha vinto il Premio Speciale della Giuria alla collana del  Premio nazionale Un libro per l’ambiente.

Serenella Quarello, Estitopedia, illustrazioni di Alessio Alcini, Camelozampa, 2022

Condividi questo articolo