famiglia

Magic fish. Le storie del pesce magico di Trung Le Nguyen, traduzione di Omar Martini, editato da Tunué, è un graphic novel splendido che ha più piani di lettura. Piani che si intrecciano indissolubilmente ma che permettono al lettore di scoprirlo piano, piano. Perché ogni lettore ha le proprie competenze. C’è la fiaba, la storia di migranti e la difficoltà di vivere tra due culture, c’è la famiglia, l’amicizia e l’amore.

Tiên ha tredici anni, è omosessuale e non sa come dirlo ai genitori. Il suo è un problema legato alla lingua. E’ di origini vietnamite e i genitori parlano pochissimo l’inglese mentre lui, essendo nato negli Stati Uniti, lo parla fluentemente. Cerca persino consigli nei libri in lingua, ma non trova i termini giusti. È un accanito lettore di fiabe che condivide con la sua amica del cuore. Anche la madre adora le fiabe e la sera spesso si ritrovano a leggerle insieme. Leggendo la storia della piccola Alera, del suo viaggio attraverso il mare e del suo amore per il principe, la mamma di Tiên ricorda la  famiglia, che ha lasciato in Vietnam, la vecchia madre e la sorella e si sente come spaccata in due: lontana dal suo passato e non vicina al suo presente, due lingue, due mondi; Tiên invece pensa a se stesso e a come affrontare l’amore per Julian, il ragazzo di cui è amico.

Saranno le fiabe ad aiutare Tiên e la madre Hiên a comunicare perché le storie sono ponti e lacci che uniscono e intrecciano, capaci di raccontare le mille sfumature della vita, di svelarci a noi stessi e agli altri, svelandoci il mondo

Trung Le Nguyen intreccia i mondi fiabeschi vietnamiti e occidentali, i ricordi della madre e della sua vita in Vietnam con il conflitto interiore Tiên che vorrebbe fare  coming out.

Funzionale, affascinate e narrativo l’uso del colore; il presente è disegnato in rosso, il passato in ocra e la fiaba in blu. La fusione dei colori e gli intagli narrano la complessità della storia, lo snodarsi dei rapporti famigliari e il conflitto nel quale si dibatte Tiên. Graphic Novel veramente bello, poetico e magico.

Trung Le Nguyen è  un fumettista americano di origine vietnamita. Ha iniziato ha disegnare fumetti quando era alle scuole secondarie e considerandolo solo un passatempo. Magic fish. Le storie del pesce magico che è il suo debutto come autore unico, ha vinto due Harvey Awards ed è stato nominato come libro dell’anno da New York Public Library, Kirkus Reviews, Booklist, Publishers Weekly

Trung Le Nguyen, Magic fish. Le storie del pesce magico, traduzione di Omar Martini, Tunué, 2022

14 Settembre 2022

Un pesce magico può essere d’aiuto.

Magic fish. Le storie del pesce magico di Trung Le Nguyen, traduzione di Omar Martini, editato da Tunué, è un graphic novel splendido che ha più […]
13 Settembre 2022

Quell’irresistibile peste di Ramona

Forse qualche buon lettore agée si ricorda il nome di Bevery Cleary perché negli anni settanta forse ancora giravano alcuni titoli. L’autrice statunitense poi scomparve dalle […]
8 Settembre 2022

Crescere che fatica. Anastasia parla con il dottor Freud

La primavera era iniziata da meno di un mese e negli scaffali delle librerie arrivava Anastasia e il dottor Freud, di Lois Lowry, tradotto da Dylan […]
6 Settembre 2022

Voglio tutto ciò che voglio.

Un pitcurebook sottilmente ironico questo Voglio quell’aquilone, che usando il capovolgimento dei ruoli fa ridere sorridere e pensare; scritto della scrittrice turca Tülin Kozikoğlu, illustrato da […]