Olga Amagliani

Quando sei morto puoi andare in bicicletta?

Un albo bellissimo e poetico sul lutto e sulla mancanza. Più grande di un sogno scritto da Jef Aerts illustrato da Marit Törnqvist tradotto da Olga Amagliani editato da Camelozampa. Un bambino è seduto al tavolo e mangia un pezzo di marzapane. Sente una voce, come un sussurro.

Leggi tutto »

Costance è Binus

Testa di ferro, che arriva in Italia grazie a Camelozampa con la traduzione di Olga Amagliani, è uno spettacolare romanzo storico estremamente ben costruito che affronta un tema caro alla letteratura da secoli e tuttavia attualissimo e trattato magistralmente dall’autore belga: i ruoli e l’identità di genere. L’autore, Jean-Claude

Leggi tutto »

Tu di chi senti la mancanza?

Libro non semplice questo di Enne Koens, Da qui si vede il mondo intero,  illustrato da Maartje Kuiper, tradotto da Olga Amagliani e editato da Camelozampa. Parte lento, si fa fatica a entrarci. Inizialmente le considerazioni che fa Dee, la protagonista, sembrano slegate tra loro. Pensieri in libertà.

Leggi tutto »

Mi chiamo Vincent e mancano 7 giorni al campo scuola

Il bullismo è un fenomeno che mette noi adulti in profonda crisi. Dover ammettere fallimenti educativi personali e collettivi; dover riconoscere che esiste la cattiveria; sentirsi impotenti. Ecco io così mi sento di fronte ai fenomeni di bullismo. Forse per questo non ne parlo spesso. Penso anche che,

Leggi tutto »

Gli ultimi articoli