sogni

Un libro incredibile! Gossamer di Lois Lowry, tradotto da Enrico Santachiara e editato da 21Lettere Edizioni è un libro incredibile. Fonde magnificamente realtà e immaginazione fantastica senza che quest’ultima scada nel banalmente fantasioso. Spiego meglio, nessuno di noi sa di cosa siano fatti i sogni; sappiamo cosa accade nel nostro cervello quando sogna, ma in realtà cosa siano i sogni è ancora oggetto di studio; voglio dire quale sia la loro funzione. Ne parla in maniera interessante e comprensibile anche per chi, come me, non è una neuroscienziata cognitivista, Jonathan Gottschall nel suo L’istinto di narrare (traduzione di Giuliana Olivero, Bollati Boringhieri, 2014).

L’autore statunitense fa sua la teoria del neuroscienziato finlandese Antti Revonsuo, semplificandola molto, secondo cui sognare è una sorta di palcoscenico su cui si fanno le prove e ci si allena ad affrontare la vita.

Lois Lowry va incredibilmente vicino a ciò che dice Gottschall (che non ha letto perché il saggio dello statunitense è posteriore al romanzo di Lowry) ma poiché è una narratrice di storie, ne coglie e ne racconta l’aspetto poetico: i sogni (e le storie) ci servono per sopravvivere e affrontare la vita (e anche per capirla).

Per questo immagina che esistano dei piccoli esseri, il cui ruolo è quello di “introdurre” i sogni negli esseri umani e negli altri animali. La loro società è ben organizzata e ruota intorno a questo loro compito,

<<Attraverso il tatto raccolgono materiale, ricordi, colori, parole un tempo pronunciate…combinano questi elementi…creano i sogni che alla fine introducono negli esseri umani…quest’ultima operazione si chiama infusione>>

A condurci in mezzo a loro sono due Donatori di Sogni, Piccina e Precisina; questa sarà poi sostituita da Vecchio Arzillo – ché per Precisina il caos di Piccina era veramente troppo!

Sono loro che ci fanno scoprire tutti quei micro compiti effettuati per infondere i sogni e sono loro che ci fanno sentire il terrore e il vuoto quando si preparano ad arrivare i Sinistrieri.

I Sinistrieri, i potenti esseri che infliggono gli incubi. Potenti e capaci, capiscono quando qualcuno è particolarmente indifeso

<<Loro se ne accorgono…possono sentire quando qualcuno è debole e ha bisogno di aiuto>>

E sarà attraverso le parole che Vecchio Arzillo usa per istruire Piccina che scopriremo che i sogni sono fatti di ricordi e di cose felici vissute e apprenderemo quello che Lowry ci sta dicendo: i sogni sono costruiti con i frammenti della nostra vita  e ci servono per affrontarla.

Nelle stanze e nelle case in cui i due si aggirano non visti, la vita va avanti. Conosciamo una donna e capiamo che non è giovanissima. Ha un cuore grande con dentro un dolore, ma è capace di dare amore. Ha un cane, anche lui pieno di sogni. Conosciamo un ragazzino, pieno di rabbia e rancore. Sputa parole e cattiverie. Dispetti e sfide. La donna non giovane, lo accoglie e aspetta che nella sua rabbia le parole trovino lo spazio per raccontare. Conosciamo una donna giovane che sta cercando di mettere a posto la sua vita. Ha avuto un marito violento e manipolatore che picchiava lei e il loro bambino. Ora ha ripreso in mano la sua esistenza e tra breve il figlio tornerà a vivere con lei. È la madre del ragazzo.

Tutte queste storie le apprendiamo perché Vecchio Arzillo e Piccina, toccando gli oggetti, percepiscono le vite e usano i frammenti per infondere i sogni.

Un libro piccolo (sono poco meno di 140 pagine) ma gentile, duro e poetico. A tratti anche emozionante; la lotta tra Piccina e i Sinistrieri è epica ed esaltante.

Un piccolo libro che racconta quanto l’Umanità abbia bisogno delle storie (e dei sogni che sono storie che ci raccontiamo quando dormiamo) e degli altri umani. Come la rabbia possa essere cullata con decisone e delicatezza per farla scomparire e infine di come l’Uomo abbia bisogno dei ricordi (anche quelli poco piacevoli) per tessere legami con l’oggi e con se stesso.

Il tutto in una forma narrativa ariosa, poetica e divertente, assolutamente adatta a giovani lettori.

Lois Lowry, Gossamer, traduzione di Enrico Santachiara, 21Lettere Edizioni, 20

6 Giugno 2022

Le storie (e i sogni) ci salvano.

Un libro incredibile! Gossamer di Lois Lowry, tradotto da Enrico Santachiara e editato da 21Lettere Edizioni è un libro incredibile. Fonde magnificamente realtà e immaginazione fantastica […]
11 Maggio 2022

…di notte nessuno le vede…

Ma dove vanno a dormire di notte le farfalle?, scritto da Sara Marconi illustrato da Kris di Giacomo pubblicato da Caissa Italia, è un libro coraggioso […]
19 Maggio 2021

Murdo che fa gli sgambetti ai dinosauri

Alex Cousseau ci ha abituati a una prosa poetica e ironica. Uno sguardo tagliente e gentile contraddistingue le sue storie. In Murdo. Il libro dei sogni […]
10 Aprile 2021

Desideri come bolle di sapone.

Ristampato dopo più di dieci anni Il Mago delle bolle, di Elisabetta Jankovic, illustrato da Izumi Fujiwara e edito da Edizioni Corsare, non ha perso negli […]