Uovonero

Divertente, dissacrante e sarcasticamente ironico, Il libro bugiardo, scritto e illustrato da Fabrizio Silei e editato da uovonero, racconta più storie e parla a molte teste. C’è un tal Gedeone che è basso e grasso, molto ricco. Ha un cane enorme e una vita fatta di agi e cibi prelibati. Poi c’è Bastiano, anche lui ricco uomo d’affari. Ha due criceti. Nonostante i due siano concorrenti, diventano amici. L’arrivo di una terza concorrente crea problemi ai due amici e tra i tre inizia una guerra all’ultimo colpo basso. Gli affari di tutti risentono della situazione e i tre ricconi finiscono in povertà.

Questo è ciò che accade se si leggono solo le parole (cosa peraltro impossibile in un picturbook!), ma le immagini dicono tutt’altro. Si crea una sorta di straniamento che diverte e costringe il lettore a una maggiore attenzione alle parole e alle figure. Ed è proprio lo straniamento a raccontarci la storie più importante e a costringerci a riflettere. Lo straniamento obbliga il lettore a uscire dagli automatismi interpretativi, inserendo nella storia degli elementi che stridono, sono strani o inconsueti, facendo così scoprire aspetti diversi e significati alternativi. Questo vale in qualsiasi forma d’arte, la scrittura, l’illustrazione, la recitazione, la musica, la danza e tutte quelle che ora sarebbe troppo lungo elencare.

Fabrizio Silei fa tutto questo in un picturbook divertente e buffo che sarà divertentissimo leggere ad alta voce o lasciare che i bambini leggano per conto proprio. La risata è assicurata; una risata che è indice che si è andati oltre, si è visto tra le parole e letto tra le figure e senza neanche accorgersene. Con leggerezza. Perché questo fanno i bei libri.

Le illustrazioni, dello stessoSilei, hanno un sapore un po’ retrò e l’incisività narrativa della vignetta, questo le rende assolutamente significanti e narranti. Leggetele con attenzione perché ci sono tante storie.

Interessante è anche la copertina che bugiardamente ci racconta il libro e gioca avvertendoci con il titolo; è una storia anche lei.

Fabrizio Silei è un artista poliedrico, sensibile e molto legato alla realtà contemporanea pur nel suo essere onirico. È scrittore, artista, scultore, illustratore e designer.  Ha scritto albi illustrati, romanzi e ha inventato giochi. Nel 2022 ha vinto il Premio Ceppo per l’Infanzia e l’Adolescenza. Nel 2014 ha vinto il Premio Andersen come miglior autore. Ha  fondato e gestisce L’ornitorinco Atelier, uno spazio che ospita laboratori creativi in cui ciò che preme all’artista è il valore del processo più che l’oggetto realizzato. I bambini e i ragazzi con i genitori potranno lavorare con il legno, la carta, il cartone e materiali di recupero. L’ornitorinco Atelier è, come scrive l’artista, <<un luogo magico e aperto alle contaminazioni>>.  Nel 2018 il suo romanzo “L’università di Tuttomio” è stato finalista al Premio Strega Ragazze e Ragazzi. Nel 2019 ha esordito nel giallo con “Trappola per volpi”, che io non ho (ancora) letto. Per chi volesse conoscerlo meglio: https://www.fabriziosilei.it/

Fabrizio Silei, Il libro Buguardo, uovonero, 2022

2 Settembre 2022

Bugia o verità?

Divertente, dissacrante e sarcasticamente ironico, Il libro bugiardo, scritto e illustrato da Fabrizio Silei e editato da uovonero, racconta più storie e parla a molte teste. […]
13 Aprile 2022

#spigolature

Pam Smy ha la capacità di narrare la vita usando la suspance e il thriller. In Il nascondiglio riesce a creare tensione e paura  intorno a […]
28 Gennaio 2022

Un aquilone per la memoria

La letteratura racconta mondi, luoghi, persone e ambienti. Così facendo si fa strumento di memoria. Non importa se la storia è completamente inventata. Se i luoghi […]
3 Novembre 2021

Una canzone per i ricordi.

Una bambina invita la nonna a cantarle una canzone e l’anziana donna chiede alla piccola quale canzone vorrebbe. Inizia così, con due battute, Una canzone scritto […]