fbpx

Il traballante e meraviglioso mondo di M.

Il traballante e meraviglioso mondo di M.

Mi piace come racconta la vita Mauro Scarpa. Schietto e con una leggera ironia, racconta i bambini e i ragazzi con quell’amore di chi li conosce e ci si riconosce.

In EMME COME. Il meraviglioso mondo di Massimo, illustrazioni di Andrea Alemmanno, editato da Read Red Road edizioni, Scarpa ci fa fare la conoscenza con M., un ragazzino di undici anni che ha deciso di scrivere una Costituzione tutta sua. Non che abbia le idee chiare, M., anzi il più delle volte va in confusione; le emozioni gli si aggrovigliano dentro e non capisce più nulla. Certo non è facile la sua vita, sempre alle prese con gli adulti che dettano regole incomprensibili.

Per esempio quando M. comincia l’asilo, capisce molto presto che, gli piaccia o no, deve andarci e si rassegna.

<< Il secondo giorno M. è più sereno, il terzo è rassegnato. Felice. La felicità e la rassegnazione non sono la stessa cosa ma a volte si confondono>>.

La sua vita è piena di adulti che gli chiedono cose per lui incomprensibili e che fanno cose ugualmente oscure! In vacanza i suoi tempi sono scanditi come nell’esercito e non può giocare liberamente, la mamma piena di ansie non gli permette di fare il bagno se non quasi sul bagnasciuga, poiché  lei non sa nuotare. M. non è felice, ma decide di ignorarla e guardando gli altri  e allenandosi nell’acqua bassissima, alla fine impara a nuotare.

M. cresce facendosi molte domande e ricevendo pochissime risposte, il più delle volte confuse e contraddittorie. Gli adulti non prestano attenzione a questo bambino solo che ha mondi dentro anche se non sempre se ne accorge.

M., poi, va alle elementari e anche lì non riceve risposte alle sue curiosità; gli adulti continuano a deluderlo con la loro incoerenza e la loro vaghezza.

Un giorno M. scopre il calcio. Non quello delle grandi squadre e dei campioni, quello giocato con gli altri bambini in un vecchio campo abbandonato, capisce che è bravo a giocare a calcio. D’altronde lui lo sa bene perché <<…pensa che ognuno sia bravo a fare almeno una cosa nella vita, se si allena tutti i giorni>>.

M. COME è un romanzo dolce e duro, punzecchiato d’ironia, che racconta una storia di crescita. M. con le sue riflessioni ci trascina nel mondo bambino che non è fantasia e zucchero filato, ma domande e profondissime considerazioni sulla vita.

<<I bambini a volte diventano il pozzo profondo in cui si accumulano i sogni dei genitori, soprattutto se i figli non dicono mai di no>>.

M. vorrebbe capire ma non sempre riesce e, attraverso la sua Costituzione, cerca di fare ordine in quel confuso mondo di regole dettata adulti che non si parlano e si gridano in faccia e chiedono cose oscure ai bambini e ai ragazzi; cerca di fare ordine e rispondere alle domande della vita nonostante gli adulti.

Un romanzo straordinario che, uscito due anni fa per Read Red Road, è oggi rieditato dalla stessa casa editrice con un nuova edizione ad alta leggibilità con Font EasyReading. La scelta nasce dall’esigenza, racconta Daniela Girfatti, anima della casa editrice, di editare belle storie accessibili a tutti  <<Dal 2015 promuovo la lettura e, la mia esperienza di libraia (Daniela è proprietaria della libreria Read Red Road di via Padova, 51 a Roma ndA) mi dice che le storie devono essere accessibili e per tutti. Ci sono pochissime case editrici che utilizzano font ad alta leggibilità e a volte non è facile trovare titoli giusti, oppure, ci sono storie bellissime che non possono arrivare a chi ha un problema di dislessia o una fragilità nella lettura>>.

La nuova copertina di Andrea Alemanno (che è anche autore delle illustrazioni interne) è allegra e accattivante e ci racconta molto di M e dei suoi sogni. Così Alemanno parla di questa esperienza: << Appena ho letto il testo avevo già in mente come doveva essere l’immagine di copertina: ricca, allegra e spensieratamente traballante come solo l’infanzia può essere>>. Beh, ci è proprio riuscito!

Mauro Scarpa, EMME COME. Il meraviglioso mondo di Massimo, illustrazioni e copertina di Andrea Alemanno, Read Red Road, 2021.

­

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *