fbpx

Quel piccolo grande essere che sta nel cuore creatore.

Quel piccolo grande essere che sta nel cuore creatore.

Enciclopedia dei miei amici immaginari di Bimba Landmann editato da Camelozampa è un libro che fa parte di un progetto che nutre l’anima dei bambini, in particolare, e di tutti noi più estesamente, e dà vita a un luogo dove possono creare e sentirsi accolti.

Il libro è il secondo albo di una trilogia dedicata ai viaggi interiori (il primo libro è Mappe delle mie emozioni uscito nel 2019 di cui parlerò) ed è un viaggio nel mondo di quel particolare tipo di amico che nasce dalle creatività dei bambini e che, come dice Bimba Landmann nel suo articolo su Robinson (inserto di Repubblica del 25 Settembre 2021), rimane anche da adulto anche se cambia forma.

L’amico immaginario, ci racconta Landmann, ha un ruolo fondamentale nel periodo dell’evoluzione sociocognitiva del bambino e, come diceva Piaget, è nel rapporto con questo particolare tipo di amico che il bambino si esercita alla vita.

Mi piace pensare che l’artista milanese abbia scritto e illustrato l’Enciclopedia dei miei amici immaginari, per fornire ai bambini tanti piccoli spunti per nutrire il loro cuore creativo e, con l’occasione ricordarlo a noi adulti.

Il libro è un picturebook di una bellezza raffinata, un albo onirico e affascinate che racconta la ricerca dell’ amico immaginario, la sua creazione e i tanti tipi di amici immaginari che esistono. Un viaggio non sempre facile e con momenti di sconforto, perché a volte tra gli amici si nascondono i falsi amici o nemici immaginari e allora sembra che tutto sia grigio e difficile. Altre volte si devono affrontare difficoltà di comunicazione. Arriva il momento, però, in cui tutto riprende senso e vita e la ricerca sembra andare nella giusta direzione.

Bimba Landamm racconta ai bambini la nascita e la ricerca dell’amico immaginario donando piccoli e grandi suggerimenti su come crearlo /trovarlo, suggerimenti per nutrire la creatività immaginando mondi, giochi da condividere e cose da fare, ma anche come prendersi cura del nostro amico segreto.

Una mappa/guida che è un viaggio interiore che affronta anche la paura di non essere all’altezza e di non essere capace. La creazione dell’amico immaginario ha bisogno di cura e amore, di coccolare un po’ la nostra anima creatrice; curando lui, curiamo noi stessi.

Collegato all’albo, il progetto Museo degli Amici Immaginari un museo virtuale, inaugurato a metà ottobre con l’obiettivo di raccogliere tutte <<le infinite forme che questi speciali amici possono avere>> perché non esiste un amico immaginario che sia uguale all’altro.

Il sito (https://www.museumofimaginaryfriends.com/it/ )accessibile anche in inglese, poiché l’albo verrà pubblicato anche negli Stati uniti e in Cina, già ospita una piccola galleria di amici immaginari disegnati dai bambini, con tanto di descrizione.

Saverio (11 anni) ci racconta che il suo amico immaginario si chiama Leo ed è un leone che gioca a calcio e parla con lui quando si annoia o è triste. Pietro, 5 anni, ci comunica che il suo amico immaginario è un mostro pieno di tentacoli e grosse narici. Un mostro molto utile perché scaccia gli incubi e lo fa dormire tranquillo.

Nel sito troviamo anche la possibilità di accedere, sempre online, ad altri musei ( che poi possiamo andare a visitare dal vero) per nutrire la propria creatività e incontrare, forse, nuovi amici immaginari. Eccone alcuni a titolo d’esempio: il MUBA di Milano, che è stato il primo a proporre mostre per bambini, la Fondazione PinAc, che raccoglie i disegni di bambini provenienti da 80  Paesi, l’Archivio OPLA che raccoglie i libri d’artista per bambini e tantissimi altri.

Bimba Landam ci racconta che la sua arte è un modo di far uscire i sogni che la abitano e questo obiettivo se lo pone anche incontrando i bambini perché l’arte e la creatività devono essere accessibili a tutti e tutti possiamo nutrire la nostra anima con la bellezza e creare ciò che ci fa star bene.

Questa trilogia, di cui aspettiamo con gioia il terzo libro, è cibo per la creatività di ognuno di noi, qualsiasi età abbiamo.

Bimba Landmann, Enciclopedia dei miei amici immaginari, Camelozampa, 2021.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *