#spigolature

#spigolature

Come sempre Ulf Stark riesce a raccontare i bambini come pochi al mondo. In Il bambino portentoso (traduzione di Laura Cangemi), narra ciò che ogni bambino vorrebbe fare. Quella splendida follia del bambino che va, esplora e si lancia in mille avventure (magari dietro casa!)

Ulf vorrebbe andare a vedere la Grande Corsa insieme al fratello più grande e i suoi amici, ma i ragazzi non ce lo vogliono perché Ulf si perde sempre; distratto e incantato se ne va per altre strade.

Il nostro non si dà per vinto e pensa che vorrebbe essere come uno di quei supereroi che stanno nei giornaletti del fratello e cui nessuno impedisce nulla. Idea! Lui può diventarlo. Indossa il suo pigiama rosso, si infila il casco da hockey ed eccolo pronto!

Lanciatosi in rocambolesche avventure, il piccolo Ulf si perde; sarà un vicino a risolvere il tutto.

Divertente e scanzonato, Ulf Strak ancora una volta ci narra un’infanzia giocosa, scavezzacollo e, a modo suo, filosofica, accanto ad adulti sempre presi da altro e mai attenti a cogliere le piccole narrazioni bambine.

Bellissime e centratissime le illustrazioni di Markus Majaluoma.

Ulf Stark, Il bambino portentoso, illustrazioni di Markus Majaluoma, traduzione di Laura Cangemi, Iperborea, 2022